Chi siamo

Nel settembre 1986 un gruppo di volontari sotto la guida della Pres.ssa Rosaria Romeo, diede vita alla Confraternita della Misericordia di Santa Maria di Licodia, un’associazione, a carattere religioso e caritatevole, che si avvale della collaborazione altrui.

Nel primissimo periodo, il Consiglio Direttivo ha provveduto al riconoscimento giuridico della Fraternità ed alla scelta di locali idonei dal punto di vista igienico e dell’ubicazione.

 Il Dott. Antonio Caudullo, con la collaborazione di padre Vito Rapisarda, stilò un programma di intervento volto alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica ed all’organizzazione di attività assistenziali verso infermi, carcerati, immigrati, anziani, minorati, nonché trasporti di tipo sanitario e donazioni di sangue; lasciando a ciascuno, secondo le proprie possibilità economiche, la libertà di offrire ciò che poteva.

Un’iniziativa di grande rilevanza venne promossa dal Dott. Petralia, che si occupò dell’organizzazione di un corso di primo soccorso. Ciascun candidato doveva ottenere l’idoneità al corso, prima di poter effettuare trasporti sanitari.

Nonostante la mancata disponibilità di capitale umano, si dovettero nominare, nell’ambito del direttivo, dei responsabili per ciascun settore, in modo tale da snellire la procedura. I ruoli erano suddivisi in: centralinisti, autisti e barellieri.

 Chi non godeva dell’idoneità, doveva essere addestrato da personale medico prima di poter svolgere i servizi. Inoltre, venne nominata una commissione esaminatrice degli autisti composta da 3 membri, per valutare quanti erano all’altezza di tale ruolo.

Padre Borzì ha ritenuto opportuno predisporre un piano operativo per organizzare le attività assistenziali (es. immigrati), nominando un responsabile per la sede, un addetto per l’organizzazione tecnica ed uno per i volontari.

In un primo momento vennero ritenuti idonei e presi in affitto i locali di Via F. Magrì (angolo Via Mazzini), in cui si apportarono, dietro esborso economico, miglioramenti e si eseguirono lavori di pittura e pulitura a pareti, porte e finestre (22 ottobre 1986)

Le attività dell’associazione vennero intensificate grazie ai primi servizi svolti con l’ambulanza concessa dal Comune.

I principi a cui doveva attenersi la fraternità, riguardavano il buon senso, la modestia e la subordinazione, riassumibili nel termine “coscienza”.

Il 21 luglio 1987 venne nominato presidente il Dr. Antonio Caudullo e con lui fissata la prima inaugurazione della prima ambulanza che si sarebbe tenuta il 25 ottobre del medesimo anno, in piazza Umberto I, a seguito della celebrazione della Santa Messa.

L’11 novembre 1987 si deliberò l’acquisto di un’ambulanza, ceduta dalla Misericordia di Belpasso. Nello stesso anno si provvedette alla sostituzione della barella, acquistandone una a forbice modello Ferno 65. Vennero disposte delle normative sul regolamento dei servizi interni, stabilendo anzitutto che i pazienti, per poter godere del servizio, dovevano essere in possesso del certificato medico e solo in casi estremi in cui non era possibile reperirlo, in accordo con i familiari, fornirlo in un secondo momento. Inoltre, il materiale sanitario acquistato inizialmente comprendeva soltanto dei camici bianchi per i trasporti, cui seguirono successivamente le divise identificative.

Per quanto concerne il corso di primo soccorso, in attesa delle disposizioni della Misericordia di Firenze, i volontari dovevano impegnarsi con l’aiuto dei confratelli della Misericordia di Belpasso ed accrescere le componenti esperenziali.

Nel marzo del 1988, il Dr. Petralia, non avendo avuto notizie del corso di primo soccorso, propose ed ottenne l’approvazione da parte del C.D per organizzarne uno. Chiamò a tal proposito due medici del reparto di rianimazione dell’ospedale Santa Marta di Catania ed alcuni infermieri, i quali furono disposti, in maniera gratuita, a fornire il loro valido contribuito, nei locali del salone adiacente alla chiesa con l’approvazione di Padre Borzì.

 Oltre al trasporto infermi, per mantenere vivo l’interesse dei giovani nei confronti della Confraternita, si realizzarono attività educative, ricreative e culturali promosse da persone che avevano esperienze dirette al riguardo. Nel mentre, vennero stabiliti dei responsabili per la manutenzione dei mezzi, per i turni, per le attività, per la sede e per gli interventi particolarmente gravosi previsti.

Nel 1989 si acquistò un nuovo mezzo, un’ambulanza Fiat Ducato ed in occasione della festa della Madonna del Carmelo venne fissata la cerimonia di benedizione in data 22 luglio 1990.  Nell’anno seguente vennero invertite le cariche di presidente e vicepresidente, rispettivamente: Giuseppe Severino ed Antonio Caudullo sotto la guida di Padre Borzì e Padre Lanza che rimangono i correttori spirituali della Misericordia.

Nell’anno 2000 avvenne il trasferimento della sede in Via Isonzo 4, sede attuale della Confraternita.

I Governatori

– Romeo Rosaria (29/04/1986 – 21/07/1987)

– Caudullo Antonio (21/07/1987 – 11/07/1997)

– Dal Col Franca Valentina (11/07/1997 – 23/09/2005)

– Castro Grazia Anna (23/09/2005 – 30/04/2006)

– Crispi Salvatore (30/04/2006 – 26/01/2007)

– Crispi Luca (26/01/2007 – 16/01/2017)

– Furnari Daniele (16/01/2017 – ad oggi)

NOTIZIE IN AGGIORNAMENTO

Torna su
Misericordia S.M di Licodia

GRATIS
VIEW